Gli occhi sono responsabili della formazione delle immagini nella nostra mente. Grazie all'assorbimento delle luci emesse o riflesse dagli oggetti, gli occhi umani, con il funzionamento di ogni parte, sono in grado di creare le figure familiari che vediamo nella nostra vita quotidiana.

Fondamentalmente, potremmo dire che il processo di visione inizia nell'assorbimento della luce e si traduce in quello che noi chiamiamo comunemente vista. Ma tra le due parti c'è un processo complesso. Per comprendere il pieno funzionamento della vista è necessario seguirne tutti i passaggi essenziali per la composizione dell'immagine chiara. 

Il primo è legato alla cornea, che rappresenta i due terzi della visione.

La cornea si trova nella parte anteriore dell'occhio. Rifrange la luce che entra nella pupilla. L'iride, l'anello colorato attorno alla pupilla, si apre e si chiude per controllare la quantità di luce che vi entra. 
Quando entra, la luce passa attraverso l'obiettivo e viene ulteriormente rifratta fino a raggiungere la retina.

La retina, a sua volta, è la parte responsabile del trasferimento di informazioni visive al cervello. Composto da migliaia di recettori e nervi, è in grado di rilevare immagini come fossero i pixel di una fotocamera digitale. Questa informazione viene passata al nervo ottico che la trasferisce al cervello. 
Se entrambi gli occhi funzionano correttamente, le informazioni di ciascun occhio vengono unite in un'unica immagine tridimensionale, fornendo così la sensazione di profondità.

In tutto, l'occhio umano può essere diviso in tre parti: frontale, intermedio e posteriore. Sul fronte, quasi ogni parte è visibile. Questa zona include la cornea, la pupilla, l'iride, la sclera e la congiuntiva. Nel mezzo ci sono la cristallino e il corpo vitreo. E nella parte posteriore ci sono la retina, la macula e il nervo ottico.